Martedì, 06 Giugno 2017 06:36

Detrazione dell’IVA: nuove regole per le fatture emesse dal 1° gennaio 2017

L'art. 2 del DL 50/2017 è intervenuto su uno dei pilastri della normativa IVA ovvero il diritto all’esercizio della detrazione dell’imposta sul valore aggiunto.

La manovra correttiva è intervenuta su uno dei fondamenti della normativa IVA. Si sta parlando del diritto all’esercizio della detrazione dell’IVA. E’ stato inoltre anticipato il termine massimo per la registrazione delle fatture di acquisto. Per superare le criticità introdotte dall’art. 2 del DL 50/2017, nel corso dell’iter di approvazione della Legge di conversione del DL è stato previsto che le nuove disposizioni si applicano alle fatture e alle bollette doganali emesse dal 1° gennaio 2017.

La manovra correttiva interviene prevedendo quale limite massimo per l’esercizio della detrazione la “dichiarazione relativa all’anno in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo”. Questo vuol dire che le fatture di acquisto datate dicembre 2017 dovranno essere registrate, per esercitare il diritto alla detrazione entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale Iva relativa al 2017, da presentarsi entro il 30.04.2018.
L’art. 19 c. 1 DPR 633/72 prevedeva che la detrazione dell'Iva sugli acquisti può essere esercitata, al più tardi, con la dichiarazione Iva relativa al 2° anno successivo a quello in cui è sorto il diritto alla detrazione (es: fattura d’acquisto del 2016: il termine per detrarre la relativa Iva scade al 30/04/2019)
Adesso, dopo la novità normativa, La detrazione dell'Iva sugli acquisti può essere esercitato al più tardi con la dichiarazione Iva relativa all'anno in cui è sorto il diritto alla detrazione (es: fattura d’acquisto del 2017: il termine per detrarre la relativa Iva scade al 30/04/2018).

Contemporaneamente alla modica di cui sopra, è stato previsto un nuovo termine per la registrazione delle fatture d’acquisto. Infatti, l’Art. 25 c. 1 DPR 633/72 prima della modifica normativa prevedeva che la registrazione ammessa entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale nella quale è esercitata la detrazione dell'Iva. (Esempio: fattura d’acquisto 2016: la registrazione poteva avvenire entro il 30/04/2019, cioè nei termini per poter detrarre l’Iva)
Adesso, dopo la modifica, l’obbligo di registrazione nella liquidazione periodica di insorgenza del diritto alla detrazione e comunque entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa all'anno di ricezione della fattura e con riferimento al medesimo anno. (Esempio: fattura d’acquisto del 2017: il termine per la registrazione coincide sempre con quello per poter detrarre la relativa Iva, cioè entro il 30/04/2018.)

Naturalmente anche tale modifica trova applicazione per le fatture e le bollette doganali emesse dal 1° gennaio 2017.