Giovedì, 15 Ottobre 2015 07:52

Rateizzazione cartelle esattoriali - Novità In evidenza

Con il D.Lgs. 159/2015 è stato modificato l’istituto della "Dilazione delle somme iscritte a ruolo", ovvero sono state introdotte alcune novità in merito alla rateizzazione delle cartelle esattoriali.

Come noto, la "dilazione dei ruoli" (o "rateizzazione delle cartelle") è un istituto "premiale" che permette, in presenza di determinati presupposti, la ripartizione in rate delle somme richieste in pagamento.

Il D.Lgs. 159/2015 ha modificato questo istituto e tra le principali novità si segnala quanto segue:

- la decadenza dalla dilazione si verifica a seguito del mancato pagamento di 5 rate anche non consecutive (e non più 8 di rate);

- la presentazione della domanda di rateazione inibisce l’avvio di nuove azioni esecutive, nonché il fermo delle auto e l’ipoteca esattoriale;

- il debitore può accedere alla rateazione anche dopo essere decaduto se, nel momento di presentazione della domanda, le rate scadute alla stessa data sono interamente pagate;

- è disciplinato il caso relativo alla sospensione giudiziale o amministrativa del debito;

- è introdotta la possibilità di pagamento con domiciliazione bancaria, sul C/C indicato dal debitore;

Viene poi ratificata la prassi già seguita da Equitalia secondo cui la rateizzazione viene concessa:

- per debiti ≤€50.000: automaticamente (con la sola presentazione dell’istanza)

- per debiti > €50.000: solo in seguito dimostrazione dello "stato di difficoltà economica"

dovendo dunque ritenersi confermate le Direttive Equitalia emanate in materia (sia in relazione alla documentazione necessaria che agli indicatori rilevanti per la concessione della rateazione).

Le novità si applicano alle dilazioni concesse dal 22/10/2015. Fa eccezione la disciplina relativa ai nessi tra dilazione e sospensione giudiziale/amministrativa del debito, che opera anche con riferimento alle dilazioni in corso.

Viene infine prevista una riammissione straordinaria alla rateazione:

- per i contribuenti decaduti da una pregressa dilazione nei 24 mesi antecedenti al 22/10/2015

- con istanza da presentare entro il prossimo 21/11/2015

- la riammissione alla dilazione (per un numero di massimo di 72 rate):

      - dovrebbe essere automatica (quindi valere anche per i debiti di importo > €50.000)

      - dovrebbe operare anche in caso di decadenza da precedente "riammissione" alla dilazione

- il contribuente decade dalla riammissione ove non paghi 2 rate, anche non consecutive.