Mercoledì, 08 Febbraio 2017 15:52

Spesometro trimestrale: arrivano i primi chiarimenti ufficiali dell’Agenzia

Con la Circolare 1/E del 07.02.2017, l'Amministrazione finanziaria ha fornito i primi chiarimenti in merito al nuovo spesometro trimestrale.

L’Amministrazione Finanziaria, con la CM 1/E del 07.02.2017, ha fornito i primi chiarimenti in merito al nuovo spesometro trimestrale. Risultano quindi esclusi dall’adempimento:
- i soggetti che si avvalgono del regime speciale per i produttori agricoli situati nelle zone montane. I produttori agricoli operanti in zone diverse da quelle montane devono assolvere l’obbligo di comunicazione. Sono quindi tenuti a comunicare unicamente i dati relativi alle operazioni “attive” mediante l’invio dei dati delle autofatture emesse dai cessionari, copia delle quali, sempre a norma dell’articolo 34, comma 6, del d.P.R. n. 633/1972, deve essere consegnata ai produttori agricoli;
- forfettari: i soggetti che accedono al regime forfetario sono esonerati da tutti i principali adempimenti IVA (non addebitano l’IVA in fattura ai propri clienti, non detraggono l’IVA sugli acquisti, non annotano la fattura, non liquidano l’imposta, non sono obbligati a presentare la dichiarazione IVA) e conseguentemente sono esonerati dall’invio dei dati di tutte le fatture;
- minimi: I contribuenti che svolgo attività d’impresa, arte o professione che si sono avvalsi fino al 2015 del “regime dei minimi” e che lo mantengono fino alla scadenza, sono esonerati da tutti i principali adempimenti IVA (non addebitano l’IVA in fattura ai propri clienti, non detraggono l’IVA sugli acquisti, non annotano la fattura, non liquidano l’imposta, non sono obbligati a presentare la dichiarazione IVA) e conseguentemente sono esonerati dall’invio dei dati di tutte le fatture

Casi particolari:
- Le Amministrazioni pubbliche nonché le amministrazioni autonome, sono esonerate dall’obbligo di invio dei dati delle fatture ricevute. L’esonero è conseguenza dell’obbligo di invio, verso i predetti enti, delle fatture elettroniche attraverso il Sistema di Interscambio ai sensi dell’articolo 1 della legge n. 244/2007. Resta invece obbligatorio, anche per tali enti, l’invio dei dati delle fatture, e delle relative note di variazione, emesse nei confronti di soggetti diversi dalle pubbliche amministrazioni che non siano state trasmesse tramite il Sistema di Interscambio.
- I contribuenti che rientrano nel regime agevolato della legge n. 398/91, cioè le società sportive dilettantistiche e assimilate, sono obbligati a trasmettere solo i dati delle fatture emesse.
- Nei casi di operazioni straordinarie o altre trasformazioni sostanziali soggettive a seguito delle quali il soggetto dante causa si è estinto, il soggetto avente causa (società incorporante o beneficiaria, soggetto conferitario ecc.) deve trasmettere distinte comunicazioni relative a:
o i dati delle sue fatture;
o i dati delle fatture del soggetto dante causa estinto, relativi al periodo nel quale ha avuto efficacia l’operazione straordinaria;
o i dati delle fatture relative al periodo precedente l’operazione straordinaria, nel caso in cui il soggetto dante causa non vi abbia autonomamente provveduto poiché i termini per l’invio non erano ancora decorsi.