Cerca tra le notizie

Giovedì, 16 Settembre 2021 09:39

La Regione Veneto investe nell’imprenditoria giovanile

Con deliberazione 17.08.2021, n. 1158, la Regione Veneto ha approvato il “Bando per l’erogazione di contributi alle PMI giovanili. Anno 2021”. La misura finanzia i progetti di investimento volti alla realizzazione di nuove iniziative imprenditoriali o allo sviluppo di attività esistenti; il progetto ammesso all’agevolazione deve essere concluso e operativo entro il termine perentorio del 31.01.2023.

Il contributo è destinato alle PMI dei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi che rientrano in una delle seguenti tipologie:

  • imprese individuali i cui titolari siano persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni;
  • società e cooperative i cui soci siano per almeno il 60% persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni, oppure il cui capitale sociale sia detenuto per almeno i 2/3 da persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni.


Tali requisiti devono sussistere alla data del 20.09.2021, apertura dello sportello per la presentazione della domanda.
Le imprese beneficiarie dovranno risultare iscritte e attive al Registro delle Imprese presso la CCIAA competente per territorio entro il 31.01.2023, avere l’unità operativa in cui realizza l’intervento nella Regione Veneto ed esercitare un’attività economica con codice Ateco primario e/o secondario ammesso, come da Allegato B del bando.

Sono ammissibili le spese relative a beni nuovi, materiali e immateriali, e servizi rientranti nelle seguenti categorie:

  • macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature funzionali all’attività, comprese anche le relative spese di trasporto ed installazione presso l’unità operativa in cui si realizza il progetto;
  • arredi strettamente funzionali alla realizzazione del progetto (sedie, panche, divani, poltrone, sgabelli, tavoli, scrivanie, cassettiere, armadi, scaffali, vetrinette espositive e banconi con eventuale pedana);
  • negozi mobili (per le imprese che svolgono l’attività di commercio su aree pubbliche, è agevolabile l‘acquisto del mezzo di trasporto, nuovo di fabbrica o a “Km zero”);
  • autocarri a esclusivo uso aziendale (ammessi solo se strettamente necessari all’attività);
  • oneri notarili connessi alla costituzione della società;
  • software e realizzazione di sistemi di e-commerce (ammesse le spese per la predisposizione del portfolio prodotti, web design, creazione vetrina e schede prodotti, realizzazione gallery fotografiche, predisposizione testi in lingua per i diversi mercati target, produzione di filmati di approfondimento sui prodotti, webinar);
  • spese generali (ad esempio per l’acquisto di brevetti, licenze, know-how o di conoscenze tecniche non brevettate, banche dati, ricerche di mercato, biblioteche tecniche, campagne promozionali anche tramite social network, acquisizione e realizzazione di spot video e radio, brochure, locandine, volantini o similari, creazione/gestione di newsletter o mailing list, canoni, locazioni e fitti, energia, spese telefoniche, ecc.);
  • opere murarie e di impiantistica.

Il bando offre un contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa ammissibile per la realizzazione di interventi, di importo minimo di 25.000 € e massimo di 170.000 €, cui corrisponde un contributo minimo di 7.500 € e massimo di 51.000 €.
Le domande di sostegno dovranno essere compilate e presentate esclusivamente per via telematica, dalle ore 10.00 del 20.09.2021 e fino alle ore 12.00 del 30.09.2021.

 

da Euroconference News

 

 
TS BASSANO SRL  |  P.IVA: 01820640249  |  Via Valsugana 88/1  |  36022 Cassola VI  |  Privacy policy