Cerca tra le notizie

Giovedì, 28 Luglio 2022 19:10

Bando “Il Veneto Artigiano” - Anno 2022

Con la DGR n. 865 del 19 luglio 2022 la Regione del Veneto ha approvato un nuovo bando per sostenere progetti di investimento volti a introdurre nelle imprese artigiane innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ad ammodernare i macchinari e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, anche in un’ottica di sviluppo sostenibile.

BENEFICIARI

Le micro e PMI iscritte all’Albo delle Imprese Artigiane e regolarmente attive con unità operativa in Veneto ed in regola con gli adempimenti previdenziali, assistenziali, assicurativi e di sicurezza.

 

INTENSITA’ DEL CONTRIBUTO

Il contributo a fondo perduto è del 40% delle spese ammissibili con una spesa minima 25.000 € (contributo pari a 10.000 €) e una spesa massima 250.000 € (contributo pari a 100.000 €).

Le agevolazioni sono concesse ai sensi della comunicazione della Commissione Europea (2022/C 131 I7OQ) “quadro temporaneo di crisi” e, in assenza della notifica del regime quadro di aiuto, ai sensi e nei limiti del Regolamento “de minimis” n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013

 

INTERVENTI FINANZIABILI

Sono ammissibili le spese per:

- acquisto o acquisizione tramite operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature. I beni devono essere nuovi di fabbrica e strettamente funzionali alla realizzazione del progetto proposto. Comprese le spese di trasporto ed installazione. Non ammessi PC, tablet, smartphone;
- acquisto di autocarri a esclusivo uso aziendale per un importo di spesa calcolato forfettariamente pari ad euro 10.000 solo nel caso in cui gli stessi siano strettamente necessari all’attività svolta, quale risultante dalla visura camerale.
- acquisto di software e per la realizzazione di sistemi di e-commerce: nel limite massimo di euro 10.000. Non ammesse le spese per servizi di manutenzione, aggiornamento o assistenza del software o siti preesistenti. Comprese le spese per la  predisposizione del portfolio prodotti, web design, creazione vetrina e schede prodotti, realizzazione gallery fotografiche, predisposizione testi in lingua per i diversi mercati target, produzione di filmati di approfondimento sui prodotti, webinar;
- spese per opere murarie e di impiantistica nel limite massimo di euro 10.000,00 qualora la voce a) “macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature” sia inferiore a 50.000 euro e un massimo di 20.000 euro nel caso in cui la voce a) sia pari o superiore a 50.000 euro:
- opere edili/murarie, ricadenti negli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e di ristrutturazione edilizia "leggera" di cui all'articolo 3, c. 1, lettere a), b) e d) del DPR n. 380 del 2001 "Testo unico in materia edilizia”;
- spese per impianti elettrici, idrico-sanitari, di riscaldamento, di climatizzazione e antintrusione e di videosorveglianza. Non sono ammessi interventi di manutenzione ordinaria non soggetti al rilascio della dichiarazione di conformità dell'impianto.
- spese per la realizzazione di impianti per fonti rinnovabili fotovoltaico, eolico, solare termico, geotermico per un massimo di 8000 euro per impianti fino a 20 kw e 20.000 euro per impianti con potenza maggiore a 20kW
- spese generali, comprensive di spese riferite ad esempio all’acquisto di arredi, brevetti, licenze, know-how o di conoscenze tecniche non brevettate, banche dati, ricerche di mercato, campagne promozionali tramite social network, acquisizione e realizzazione di spot Tv e radio, brochure, locandine, volantini, locazioni e fitti, energia, etc. per un importo da calcolarsi in misura forfettaria pari a euro 3.500 riconosciuto a tutte le imprese partecipanti.

TEMPISTICHE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda va presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione del Veneto.

Le domande di sostegno dovranno essere compilate e presentate, a partire dalle ore 10:00 del giorno 6 settembre 2022, fino alle ore 12:00 del 29 settembre 2022.

 

VALUTAZIONE:

Valutazione a graduatoria a due fasi da parte della Direzione regionale Industria Artigianato Commercio e Servizi e Internazionalizzazione delle Imprese.

 Prima fase: graduatoria provvisoria finalizzata alla definizione dell’ordine di avvio ad istruttoria delle domande presentate, predisposta mediante l’attribuzione automatica di un punteggio basato sulla rispondenza del progetto imprenditoriale ai criteri di priorità individuati dal bando (applicazione requisiti industria 4.0, numero contratti di apprendistato attivati, impresa che opera in settori strategici, prodotti ad alto contenuto originale e creativo, imprese energivore, imprese delle lavorazioni artistiche e dell’abbigliamento su misura, intervento in aree di crisi industriale complessa e montane, impresa di maestro artigiano, rating legalità, certificazione di qualità, sicurezza, ambientale ed energetica). Saranno avviate ad istruttoria in ordine decrescente di punteggio tutte le domande rientranti nei limiti di finanziabilità in base alle risorse disponibili.

Verifica dei requisiti formali

Seconda fase: graduatoria definitiva, finalizzata alla concessione delle agevolazioni.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA: euro 5.000.000.

 

DURATA DEI PROGETTI:

Le spese ammesse vanno dal 1° settembre 2022 al 2 ottobre 2024

Le spese vanno sostenute e pagate entro il 2 ottobre 2024, termine di conclusione del progetto
Termine per la rendicontazione: 15 ottobre 2024 ore 17.

 
TS BASSANO SRL  |  P.IVA: 01820640249  |  Via Valsugana 88/1  |  36022 Cassola VI  |  Privacy policy